Gli ultimi dati del COVID-19 di Guesty: la promettente festa del lavoro negli Stati Uniti e l’Italia in vista

Giugno 08, 2020 |
Dati del COVID-19 di Guesty. Festa del lavoro negli Stati Uniti e l'Italia

Qui a Guesty stiamo gradualmente rilasciando i nostri dati da tutti i principali canali di prenotazione, mentre assistiamo al recupero dell’ecosistema dello short term rental.

I dati sulla festa del lavoro indicano una forte caduta

L’industria dei viaggi degli Stati Uniti ha una nuova data target per l’inizio di un forte calo: il weekend del Labor Day. Secondo i nostri dati su tutti i principali canali di prenotazione, questa sembra essere la prima data significativa per i viaggi nazionali dove, attualmente, le prenotazioni per il 2020 sono pari al 2019.

La Giornata del Lavoro probabilmente supererà l’anno scorso considerando che la gente sogna di viaggiare, approfittando delle tariffe giornaliere ridotte e lavorando da casa, dando loro la flessibilità di portare un soggiorno domestico a un affitto a breve termine (se il loro stato / città lo consente) .

Questi dati, insieme ai numeri promettenti delle festività che abbiamo condiviso la scorsa settimana tramite CNBC, indicano una ripresa nella seconda metà dell’anno. Abbiamo scoperto che le prenotazioni per i soggiorni del Ringraziamento, di Natale e di Capodanno sono aumentate rispettivamente del 38%, 40% e 23%, rispetto alle prenotazioni che avevamo nel nostro sistema nello stesso periodo dell’anno scorso.

Il recupero è qui, con gli Stati Uniti in testa alle nuove prenotazioni e l’Italia segue a vista

Date menzionate vetrina 1-18 maggio 2020 VS 1-18 aprile 2020

I nostri dati mostrano gli Stati Uniti leader nel volume delle prenotazioni con il numero di nuove prenotazioni create a Maggio in aumento dell’87% rispetto ad aprile.

L’Italia è al 6 ° posto per volume di nuove prenotazioni, con un aumento del 130% delle nuove prenotazioni a maggio rispetto ad aprile. Le città in Italia che mostrano le prenotazioni più recenti sono Milano e il Lago di Como e la durata media del soggiorno prenotato per le nuove prenotazioni è di nove giorni. Questa è una diminuzione rispetto ad aprile, che ha visto una durata media di 11 giorni in Italia. Tuttavia, questo è ancora relativamente alto per il paese rispetto alla sua durata media di permanenza pre-coronavirus, che è stata di quattro giorni.

Sappiamo che molti paesi europei stanno pianificando di allentare le restrizioni a giugno e luglio; nella maggior parte dei paesi dell’UE dobbiamo ancora vedere un aumento delle nuove prenotazioni, ma siamo certi che una volta che le restrizioni saranno revocate, entreranno sempre più in circolazione.

I primi sei paesi per volume di prenotazione sono:

Stati Uniti: il numero di nuove prenotazioni create a maggio è dell’87% in più rispetto ad aprile

Australia: il numero di nuove prenotazioni create a maggio è aumentato del 41,3% rispetto ad aprile

Regno Unito: sebbene il Regno Unito sia al 3 ° posto in termini di volume di prenotazioni questo mese, il paese mostra ancora una riduzione delle nuove prenotazioni del -14% rispetto ad aprile.

Canada: con un aumento del 7% delle prenotazioni questo mese rispetto ad aprile.

Francia: con il 20% di prenotazioni in più rispetto ad aprile

Italia: dopo settimane di blocco, l’Italia sta registrando un aumento del 130% delle nuove prenotazioni a maggio rispetto ad aprile.

L’estate è alle porte

Le tariffe medie notturne (ANR) nell’estate 2020 continueranno ad aumentare di mese in mese negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia e in Italia. Come puoi vedere dal grafico qui sotto, Agosto richiede rispettivamente, il prezzo più alto in ogni paese.

Guardando al futuro

Riteniamo che ci sarà un significativo aumento delle prenotazioni a breve termine man mano che i paesi inizieranno a esplorare le bolle di viaggio (come Austria e Germania; Australia e Nuova Zelanda; e Israele / Cipro / Grecia). Ciò è dovuto alla domanda repressa di viaggiare: i viaggiatori vogliono recuperare il tempo perduto e forse celebrare momenti di vita che non sono stati in grado di fare a causa della pandemia, come compleanni, anniversari, viaggi di laurea e altro ancora.

Ciò significa che coloro che in precedenza si sono concentrati sul targeting per viaggiatori domestici / locali negli ultimi due mesi dovranno nuovamente essere agili nelle loro strategie di marketing, spostandosi anche verso quelli nei paesi che hanno accordi di viaggio con quelli in cui si trovano le loro inserzioni.

Per ulteriori previsioni sul futuro dei viaggi, dai un’occhiata a questo editoriale di Forbes del cofondatore e CEO di Guesty, Amiad Soto.

Sei pronto a trasformare la tua attività con Guesty?

Request Demo
watch guesty demo